Le Stazioni forestali

Le Stazioni forestali, cellule periferiche delle Strutture forestali e del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento (CFT), sono incardinate negli Uffici decentrati del Servizio Foreste e fauna di seguito elencati. Il numero complessivo delle Stazioni forestali è stabilito in 42 unità: la loro denominazione è di norma determinata con riferimento al comune in cui le stesse hanno sede. Nell’ambito degli Uffici decentrati del Servizio Foreste e fauna la denominazione delle Stazioni forestali è la seguente:

1. Ufficio Distrettuale forestale di Borgo Valsugana: ricomprende le Stazioni forestali di Borgo Valsugana, di Pieve Tesino e di Strigno;

2. Ufficio Distrettuale forestale di Cavalese: ricomprende le Stazioni forestali di Castello-Molina di Fiemme, di Cavalese, di Pozza di Fassa e di Predazzo;

3. Ufficio Distrettuale forestale di Cles: ricomprende le Stazioni forestali di Cles, di Coredo, di Denno, di Fondo e di Rumo;

4. Ufficio Distrettuale forestale di Malè: ricomprende le Stazioni forestali di Dimaro, di Malè, di Ossana;

5. Ufficio Distrettuale forestale di Pergine Valsugana: ricomprende le Stazioni forestali di Baselga di Pinè, di Lavarone, di Levico Terme e di Pergine Valsugana;

6. Ufficio Distrettuale forestale di Primiero: ricomprende le Stazioni forestali di Canal San Bovo, di Caoria e di Fiera di Primiero;

7. Ufficio Distrettuale forestale di Riva del Garda: ricomprende le Stazioni forestali di Riva del Garda e di Tiarno di Sotto;

8. Ufficio Distrettuale forestale di Rovereto: ricomprende le Stazioni forestali di Ala, di Folgaria, di Mori, di Rovereto e di Vallarsa;

9. Ufficio Distrettuale forestale di Tione di Trento: ricomprende le Stazioni forestali di Condino, di Pieve di Bono, di Pinzolo, di Ponte Arche, di Spiazzo e di Tione di Trento;

10. Ufficio Distrettuale forestale di Trento: ricomprende le Stazioni forestali di Andalo, di Cembra, di Mezzolombardo, di Trento e di Vezzano;

11. Ufficio Foreste demaniali di Cavalese e Primiero: ricomprende le Stazioni forestali demaniali di Paneveggio e Cadino e di San Martino di Castrozza e Caoria.

 

Ogni Stazione forestale ha una sua circoscrizione di servizio all’interno della quale esercita competenze di tipo territoriale. Nel prospetto allegato, individuato il comune di riferimento, è possibile determinare la Stazione forestale territorialmente competente. Le 2 Stazioni forestali demaniali hanno giurisdizione rispettivamente sui territori delle foreste demaniali di Paneveggio e Cadino e delle foreste demaniali di San Martino di Castrozza e Caoria, su cui esercitano competenze di tipo settoriale. Completano il quadro delle Stazioni forestali le 2 Stazioni forestali – Posti di custodia di Rabbi e Pejo del Consorzio del Parco Nazionale dello Stelvio, parte trentina, presso le quali è assegnato del personale del CFT in dipendenza funzionale del Consorzio stesso. Le Stazioni forestali sono dotate, a cura e spese dell'Amministrazione provinciale, di automezzi, di strumenti, di equipaggiamento e materiale vario necessari all'espletamento del servizio d’istituto. Il contingente di personale delle Stazioni forestali è composto di norma da almeno quattro dipendenti, inquadrati nelle qualifiche forestali (ispettori, sovrintendenti, assistenti e agenti). Tale personale esercita le funzioni del CFT tenuto conto delle materie e nelle modalità individuate dalle declaratorie delle Strutture forestali.

 

Recapiti Stazioni forestali

 

Cartografia GIS

Attualmente, i limiti giurisdizionali delle Strutture territoriali del CFT sono consultabili nell’ambito del servizio GIS della PAT, all’interno della pagina denominata “Habitat – Siti Natura 2000

Per una agevole consultazione delle informazioni è necessario effettuare alcuni semplici settagli:

- Aprire il gruppo Uffici e stazioni forestali con un click del mouse;

- Selezionare uno dei testi (Uffici Distrettuali Forestali, ovvero Stazioni Forestali) del gruppo Uffici e stazioni forestali;

- Deselezionare le caselle di controllo attive in corrispondenza dei testi: Siti importanza comunitaria (SIC), Zone protezione speciale (ZPS), Habitat;

- Rigenerare la mappa con un click del mouse sul pulsante   ;

 

L’identificazione dei limiti giurisdizionali delle Strutture territoriali del CFT avviene in questo modo:

- Selezione del pulsante di identificazione:  ;

- Selezione, all’interno della mappa, del punto del quale si desidera conoscere la struttura territoriale cui appartiene.

 

 

 

Home.jpg (1281 byte)